Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Modello, mobili, elettrodomestici, materiale e colore: leggi i nostri consigli per arredare la cucina
consigli per arredare la cucina

La cucina oggi non è più quell’ambiente da mantenere occultato, lontano dagli occhi degli ospiti. Oggi la cucina è un ambiente da vivere, da esplorare e da far ammirare.

È il cuore pulsante della casa: alla riservatezza si predilige la compagnia. In cucina si trascorre molto tempo, motivo per cui le cucine moderne vengono realizzare con l’obiettivo di avvicinare le persone, spesso diventando, appunto, l’estensione del salotto e della zona living.

Se sei alla ricerca di informazioni utili alla realizzazione della tua futura cucina, qui di seguito potrai trovare 4 importanti consigli per arredare la tua cucina.

Arredare la cucina: partire dalla progettazione

Acquistare una cucina non significa solo scegliere quali elementi portare a casa. Progettare una cucina non è semplice, quindi, dopo esserti fatto un’idea di come vorresti realizzare quest’ambiente, ti consigliamo di farti assistere da professionisti dell’arredamento, che ti aiuteranno a non commettere errori irrimediabili.

Il giusto equilibrio tra estetica e praticità deve essere valutato con attenzione anche in base agli spazi che si intendono arredare. Infatti, è molto importante valutare la collocazione degli impianti (idrici ed elettrici), il pavimento dell’ambiente in cui andrà collocata la cucina e anche l’eventuale presenza di altri complementi di arredo. 

Prima di tutto occorre esaminare la conformazione dell’ambiente e le sue dimensioni, in modo tale da poter verificare puoi rendere concrete le tue idee.

Affidandoti a un professionista, potrai verificare l’esatta collocazione degli impianti e la corrispondenza delle misure della stanza. Ricorda che gli impianti sono elementi fissi che impongono la progettazione della cucina secondo la loro precisa collocazione, poiché diversamente potrebbe essere richiesto l’intervento dell’idraulico, di un elettricista e del muratore.

Consigli per arredare la cucina: 4 aspetti da considerare

Ecco i nostri consigli per arredare la cucina: parliamo della scelta del modello, dei mobili, degli elettrodomestici e infine del materiale e del colore.

1. Scelta del modello: cucina lineare, angolare, a isola

La scelta del modello della cucina è sicuramente un fattore che viene determinato dalla conformazione dell’ambiente in cui verrà collocata, ma dipende anche dal tuo gusto estetico e dalla funzionalità da te ricercata per questo tipo di ambiente.

Come sicuramente già sai, esistono diverse composizioni: cucina lineare, angolare o con isola o penisola. La cucina lineare si presta per essere collocata in qualsiasi tipo di ambiente, dal più piccolo al più grande. Invece la cucina angolare o con isola e penisola sono ottime per arredare uno spazio piuttosto ampio e che, eventualmente, ponga la cucina in collegamento con la zona soggiorno: è il classico caso dell’arredamento di una stanza cosiddetta openspace.

2. Mobili: pensili, top, colonne e non solo

Continuando con i nostri consigli per arredare la cucina, tieni in considerazione la scelta dei mobili.

Oggi vengono richieste colonne dotate di forno singolo o doppio: la scelta di questa conformazione non è data solo dall’aspetto estetico ma anche dalla comodità di poter utilizzare il forno prevedendo la sua installazione ad un’altezza superiore rispetto a quella standard. Infatti, posizionare un forno in una colonna non ti obbliga a inchinarti con padelle pesanti e calde, inoltre, se hai figli, con la collocazione del forno ad un’altezza superiore non corri il rischio che questi possano scottarsi.
Anche i mobili alti sono molto richiesti ultimamente: credenze e semicolonne in cui riporre cibi e utensili, la cui collocazione è prevista accanto al frigorifero o al forno.

Per rendere la cucina meno pesante, inoltre, gioca con la contrapposizione di vuoti e pieni, così da creare un movimento dinamico e alleggerire l’impatto strutturale dei mobili che sfiorano il soffitto.

Le basi, invece, sono spesso molto versatili e si prestano ad essere organizzate con cassettoni / cestoni o piccoli cassetti portaposate. I cestoni possono essere anche estraibili, comodi per la collocazione di pentole e generi alimentari.

Infine, valuta la tipologia dei pensili che intendi inserire nella progettazione della cucina. Solitamente per ambienti openspace noi suggeriamo soluzioni che possano armonizzare la cucina con il resto dell’arredamento. Le soluzioni sono svariate: potrai scegliere tra pensili a due ante o ad anta singola, con apertura a battente o con anta a ribalta, con o senza scolapiatti, con mensole oppure con vani a giorno.

3. Scelta degli elettrodomestici

Gli elettrodomestici che compongono la cucina sono solitamente il frigorifero, il forno, il piano cottura, la cappa e la lavastoviglie.

Per quanto riguarda il piano cottura, devi scegliere se installare quello a gas oppure quello a induzione. Per quest’ultimo valuta il carico di corrente che sei solito utilizzare, in quanto i classici 3 Kw di cui sono dotate quasi tutte le case, potrebbero non essere sufficienti.

Per quanto riguarda il forno valuta le funzionalità: puoi optare per un forno con cottura statica e ventilata e funzioni avanzate se cucini spesso; altrimenti, se pensi di farne un uso sporadico, scegli un forno con la funzionalità statica, che consente di preparare ricette semplici e veloci senza problemi.

Il frigorifero, invece, puoi sceglierlo tra le opzioni a incasso o freestanding, ovvero a libera installazione oppure collocato dentro al mobile della cucina. Anche questa scelta ricade, prima di tutto, sulla conformazione della stanza in cui andrai a collocare la cucina, poi sul tuo gusto estetico. Non tutti amano vedere il frigorifero, pertanto spesso viene richiesta la sua collocazione all’interno della cucina, soprattutto se si tratta di ambienti openspace; inoltre, dovrai valutare la classe energetica e il tipo di sistema di raffreddamento.

Come per il frigorifero, anche la lavastoviglie può essere a libera installazione o ad incasso, e la sua scelta dovrà ricadere anche in base al numero di coperti e di programmi disponibili.

4. Scelta di materiali e colori

Concludiamo i nostri consigli per arredare la cucina parlando di materiali e colori.

Per quanto riguarda i materiali, ricorda che quello della cucina è un arredamento che non viene sostituito molto spesso, quindi, deve essere realizzato con materiali di qualità che garantiscano una lunga durata nel tempo. Puoi scegliere tra ante laccate, realizzate in acrilico, in laminato, polimerico o in legno; il lavello può essere in pietra, in corian, mentre il top della cucina, oltre ad essere rivestito, può essere realizzato interamente in pietra o in acciaio.

Dunque la scelta della finitura delle ante e del top non deve essere puramente estetica, ma dovrai comprendere esattamente qual è il tipo di materiale che ben si adatta all’utilizzo che tu farai della cucina e all’ambiente in cui questa verrà collocata.

Oltre ai materiali dovrai valutare anche il colore. La scelta del colore è soggettiva ma presta attenzione alla concordanza con l’arredamento e lo stile già presente all’interno della tua casa.

Ti consigliamo come progettare e arredare la tua nuova cucina: contattaci ai recapiti sottostanti.  Ti risponderemo il prima possibile!

Chiudi il menu